Scoperto tatuatore abusivo a Fano

Dopo una segnalazione all'Asur, agenti della polizia municipale in collaborazione con la Guardia di finanza e personale sanitario hanno scoperto un tatuatore abusivo a Fano. Nella sua abitazione, dove è stato effettuato un sopralluogo, è stato rinvenuto materiale comprovante l'esercizio abusivo dell'attività di tatuatore, in assenza dei requisiti previsti dalla legge regionale n. 38 del 2013: una apparecchiatura elettromeccanica con macchina a pistola, manipolo e puntale, aghi monouso, vaschette e cappucci per pigmenti, guanti e lamette monouso. Il tatuatore abusivo, sconosciuto al fisco, è stato sanzionato con ammenda che va da mille a 10 mila euro per mancanza della segnalazione certificata inizio attività e con un'altra ammenda, sempre da mille a 10 mila euro, per l'assenza dei requisiti igienico-sanitari previsti dalla legge regionale. E' la conclusione di un'indagine portata avanti dalla polizia locale con controlli tradizionali e con l'acquisisizione di immagini e video sui social.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Corriere Adriatico
  2. MarcheNews24
  3. MarcheNews24
  4. Riviera Oggi
  5. Senigallia Notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Monte Roberto

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...